Unità diritto libertà.

Unità diritto libertà.

Il fattore Weimar e l’identità costituzionale in Germania

16,00 13,60

L’insegnamento della storia della Repubblica di Weimar è che nessuna comunità può resistere alle sfide politiche ed economiche a cui è soggetta senza istituzioni autorevoli e riconosciute come tali dai cittadini.

COD: 978-88-7801-608-8 Categoria:
000

La Costituzione di Weimar ha ampiamente oscurato la sua tragica fine. Il valore profondo della Repubblica di Weimar è nel pericolo, sempre presente per la società e le istituzioni democratiche, di crollare in assenza di un ampio consenso sociale. La classe dirigente e politica della Repubblica di Weimar, probabilmente senza nemmeno accorgersene del tutto o certamente senza comprenderne le conseguenze, si smarrì nel percorso di raggiungimento della piena maturità politica. Il disastro era imminente e la minaccia arrivava da ogni parte. Il crollo della prima democrazia tedesca ci ammonisce che un sistema istituzionale non può reggere senza istituzioni politiche forti e democraticamente saldate nel tessuto sociale, culturale e politico. L’insegnamento della storia della Repubblica di Weimar è che nessuna comunità può resistere alle sfide politiche ed economiche a cui è soggetta senza istituzioni autorevoli e riconosciute come tali dai cittadini.

Ubaldo Villani-Lubelli, lavora presso la Scuola Superiore ISUFI dell’Università del Salento ed è docente presso la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali “V. Aymone” della stessa università. I suoi temi di ricerca sono le istituzioni politiche tedesche del XX e XXI secolo e la storia dell’integrazione europea. È membro della rete RUB Europadialog promossa dalla Fondazione Mercator e dall’Institut für Deutschlandforschung della Ruhr-Universität di Bochum in Germania

Informazioni aggiuntive

Anno di pubblicazione

2018

Codice ISBN

9788878016088

N° pagine

184