Abolire le nascite

Abolire le nascite

Il problema nella Mesopotamia antica

10,00 8,50

Prendendo spunto dalla persecuzione degli omosessuali da parte dei nazisti, Claudio Saporetti si chiede se le disposizioni contro l’omosessualità e contro l’aborto, presenti specificatamente nelle leggi assire, e la condanna dell’onanismo nella Bibbia abbiano avuto origine dalla stessa motivazione. Ovvero: condanna per chi, impedendo le nascite, privava lo Stato di uomini indispensabili alla sua difesa e alla sua espansione.

COD: 9788878016606 Categoria:
000

Prendendo spunto dalla persecuzione degli omosessuali da parte dei nazisti, Claudio Saporetti si chiede se le disposizioni contro l’omosessualità e contro l’aborto, presenti specificatamente nelle leggi assire, e la condanna dell’onanismo nella Bibbia abbiano avuto origine dalla stessa motivazione. Ovvero: condanna per chi, impedendo le nascite, privava lo Stato di uomini indispensabili alla sua difesa e alla sua espansione. A partire dall’analisi di documenti antichi, l’autore propone uno studio basato su tre aspetti – particolarmente attuali perché legati a leggi discusse, al problema della contraccezione e dell’Hiv – suggerendo una risposta a questo interrogativo.

Claudio Saporetti (Fidenza, 1938), assirologo italiano. È stato docente di Assirologia all’Università di Pisa e dirigente di ricerca al Consiglio Nazionale delle Ricerche. È autore di oltre 150 contributi scientifici e di numerosi volumi, tra cui Ghilgameš. Il primo eroe della storia (2018), Sennacherib e la Bibbia (2017), Genesi. Dalla luce all’arca (2016), Abolire le carceri. Un’idea dalla Mesopotamia (2010), Jeshûa e Gesù (2000), Come sognavano gli antichi. Sogni della Mesopotamia e dei popoli vicini (1996).

Informazioni aggiuntive

Codice ISBN

9788878016606

N° pagine

124

Anno di pubblicazione

2019

“Letture.org”, 9 aprile 2019
“‘Abolire le nascite. Il problema nella Mesopotamia antica’ di Claudio Saporetti”
Leggi l’intervista