Il Cristianesimo in Cina

La vita di Matteo Ricci, il gesuita che diffuse in Cina il messaggio cristiano e la cultura dell’Occidente, ha dello straordinario: astronomo e teologo, studente di diritto e matematico, missionario e diplomatico, scienziato e sinologo.
Matteo Ricci
22,00 €
18,70 €
Description

La vita di Matteo Ricci, il gesuita che diffuse in Cina il messaggio cristiano e la cultura dell’Occidente, ha dello straordinario: astronomo e teologo, studente di diritto e matematico, missionario e diplomatico, scienziato e sinologo. Inviato in Cina nel 1582, Ricci approda a Macao, allora possedimento portoghese sulle coste meridionali della Cina, il 7 agosto dello stesso anno. Qui inizia lo studio appassionato della lingua cinese, assistito anche da una straordinaria memoria. L’anno successivo fonda la prima residenza missionaria a Sciaochin, per poi trasferirsi a Sciaoceu nell’agosto 1589. Qui fonda la seconda residenza e rimane gravemente lesionato a un piede in seguito all’aggressione di un ladro. La sua immersione nella cultura cinese è totale: veste alla maniera dei letterati cinesi, con abiti di seta, e abbandona gli abiti tipici dei bonzi, poco apprezzati dal popolo. Si sposta in portantina, come usavano fare i personaggi più colti della città, e si fa crescere la barba e i capelli. Ecco come inizia una storia incredibile che questa edizione restituisce nella sua genuinità grazie alla viva voce del protagonista.

Matteo Ricci (Macerata, 1552 - Pechino, 1616), missionario gesuita, vissuto fi no al 1582 in Italia, dove completò i suoi studi di teologia e quelli di scienze e matematica, fu il secondo gesuita a entrare in Cina, dopo Ruggieri, ma è considerato il primo vero e proprio promotore dell’entrata dei gesuiti nell’Impero celeste, su disposizione del visitatore apostolico Alessandro Valignano.

A cura di:
Valentino Castellazzi
Pagine:
294
Data di pubblicazione:
2018